Italia da Vivere

World to know and live

(Lazio – Roma) L’incantevole natura di Bolsena

Lascia un commento

A Bolsena potete trascorrere una vacanza (o una giornata) indimenticabile all’insegna del relax, del divertimento, della riscoperta della storia e delle antiche tradizioni del borgo medievale. Il territorio incontaminato offre sia una grande varietà di paesaggi, ma anche molte feste popolari e tradizionali come l’Infiorata del Corpus Domini e i Misteri di Santa Cristina: una rievocazione storica celebrata con figuranti in carne ed ossa che termina con spettacolari pirotecnici sul lago, che creano uno scenario suggestivo. Imperdibili edaffascinanti sono i numerosi luoghi di interesse storico-culturale come la Basilica di Santa Cristina, il museo, le catacombe, gli scavi archeologici, la galleria d’arte e la rassegna Bolsenarte festival.
Se volete potete anche fare un tour del Lago  (il più pulito d’Europa) in battello e visitare le sue Isole:
L’isola Bisentina
L’isola Bisentina è la più grande e conserva una natura quasi incontaminata con folti boschi di leccio, giardini all’italiana, panorami incantevoli e numerosi monumenti: la chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo, con l’imponente cupola realizzata dal Vignola, osservabile anche dalla riva occidentale del lago, il convento Francescano e la villa dell’isola. Sono presenti anche sette cappelle, tra le quali: la Rocchina (il cui nome deriva dal fatto che riproduce, in dimensioni ridotte, la Rocca sulla riva di Capodimonte), la chiesa di Santa Caterina, la cappella del Crocefisso con affreschi del ‘400. Si possono  ammirare anche due statue, di cui una monumentale, di leone: una situata  sulle scale che portano alla cima del monte Tabor, l’altra, la più grande, nella parte orientale dell’isola. Rimarrete incantati davanti alle bellissime insenature, la cima del monte Tabor, sotto la quale si trova un’antica colombaia, gli strapiombi rocciosi sull’azzurro del lago ad Est ed infine la parte verdeggiante sul lato meridionale verso il paese di Capodimonte.

L’isola Martana 
Situata di fronte al centro abitato di Marta, da cui prende il nome, l’isola avrebbe custodito le spoglie di Santa Cristina in modo da proteggerle dai barbari. L’isola è disabitata ma un tempo fu la sede di un convento degli Agostiniani. Attualmente l’Isole è di proprietà privata e quindi non è possibile la visita

Giorgia M

Autore: Giorgia M

operatore per i beni culturali e catalogatrice libri e opere d'arte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...