Italia da Vivere

World to know and live

(Lazio – Roma) I Castelli Romani e Nemi

Lascia un commento

 Buonasera a tutti! Siamo quasi a primavera, quale occasione migliore per una bella gita alla scoperta dei dintorni della Capitale? Oggi vi farò conoscere Nemi, un bellissimo paesino posizionato al centro dei Colli Albani. Nemi è il comune più piccolo dell’area dei Castelli Romani, noto per la coltivazione delle fragole e per la relativa sagrache si svolge la prima domenica di giugno. La località intorno al lago era sacra a Diana, per cui vi era stato costruito un tempio dedicato alla dea. In età imperiale, Caligola fece costruire sul lago due gigantesche navi impreziosite da bronzi, marmi ed altri materiali pregiatiLa certezza della paternità del committente fu nota quando, fra i numerosi reperti estratti dalle acque, comparvero le fistulae acquariae, sulle quali era inciso il nome di Caligola.
Il paese cominciò ad esistere solo nel IX secolo, quando fu edificato il castello. I conti di Tuscolo si impadronirono della comunità agricola del lago, la Massa Nemus, che produceva vino e frutta. I nuovi padroni cominciarono a fortificare la zona più elevata che dominava il lago ed era attaccabile da tre lati, dando origine a quello che, nei testi dell’ epoca, viene definito Castrum Nemoris.
Oggi Nemi è una delle mete preferite per coloro che vogliono coniugare cultura, buona tavola, natura e bellezza dei paesaggi.
Un consiglio per i romantici…cercate di assistere al tramonto sul lago… nel cielo che pian piano si tinge di rosa, vedrete un sole rosso che piano piano scompare nel lago.
Dimenticavo di avvertirvi che se non siete residenti non potete accedere al centro in macchina, volendo la potete lasciare all’ ingresso del paese e proseguire a piedi.
Credetemi ne vale la pena

Da vedere:
 1) Il museo delle navi
 2) Il tempio di Diana Aricina
3) Il Lago 
4) La villa di Cesare
5) Il territorio e i boschi
6) La chiesa di San Nicola
7) Il Romitorio di San Michele Arcangelo

8) La chiesa di Santa Maria

9) La parrocchiale di Santa Maria del Pozzo
10) Il santuario del Santissimo Crocifisso
11) Palazzo Ruspoli
12) L’osteria della Fajola/Casale dei Corsi Resti archeologici
13) Parco Regionale dei Castelli Romani
14)chiesa di s. Giovanni Battista e casa dei Padri Verbiti (1961: particolarissima per le soluzioni architettoniche adottate, è a forma di nave ed è riportata in tutti i testi di tecnica delle costruzioni)
15)convento dei Padri Mercedari (chiostro; volte affrescate)
16)santuario del Santissimo Crocifisso (1637; crocifisso ligneo del 1669; immagine della Madonna di Versacarro, sec. VIII)
17)chiesa parrocchiale di S. Maria del Pozzo
18)fontana di Diana, in piazza Roma
19) erma di Caligola, in piazza Umberto I 

 

 

 

Giorgia M

Autore: Giorgia M

operatore per i beni culturali e catalogatrice libri e opere d'arte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...