Italia da Vivere

World to know and live

(Lazio – Roma) Fare il pieno di arte, storia e natura a Nazzano

Lascia un commento

 A soli 35 Km da Roma, il Comune di Nazzano si trova in una splendida posizione panoramica sulla valle del Tevere, il borgo  ha origine antichissime e conosce il suo momento di maggiore splendore durante il Medioevo. Questo piccolo comune ha attraversato le fasi rilevanti della nostra Italia – dall’Età del Bronzo al rinascimento, conoscendo il suo massimo splendore nel Medioevo – riuscendo a conservare rilevanti e variegate testimonianze delle epoche che ne hanno segnato la storia. Attraverso un’unica strada, che si snoda per il centro storico, si arriva fino al Castello duecentesco che domina il Borgo dall’alto.Il connubio tra arte, storia e natura rende Nazzano il luogo ideale per chiunque voglia riscoprire gli scenari, i sapori e le emozioni di un tuffo nella storia.

LA STORIA
L’insediamento abitativo del territorio di Nazzano ha origini antichissime riconducibili alla preistoria. I primi reperti risalgono all’età del Bronzo (2000 a.C).  Sono inoltre venute alla luce alcune Necropoli dell’Età Arcaica (VII secolo a.C). I resti di Ville romane e ireperti del tempio eretto al dio Silvano (ritrovato nei pressi del Casale Rotti), sono stati successivamente utilizzati per la costruzione della Chiesa e del Convento di San Francesco.
La storia del Borgo quindi ha origini antichissime, secondo alcuni discende da Serpeans, una delle 3 città confederate del popolo Capenate, tanto cercata dagli archeologi di tutte le epoche sia per le sue funzioni di confine con l’Agro Falisco e di difesa del territorio a nord, sia per le funzioni di controllo della Valle del Tevere. 
La città acquisì un’importanza rilevante nei traffici con la Sabina e con Roma (che si potrasse sino all’età tardo imperiale), grazie al porto che costituiva l’asse economico trai paesi interni situati lungo il suo corso. 
Alcuni documenti storici attestano che Nazzano, fino dal Rinascimento, era alle dipendenze dell’Abbazia di San Paolo analogamente agli altri paesi situati lungo la riva destra del Tevere, con i quali formava la catena difensiva a tutela dello Stato Pontificio, contro possibili attacchi da parte del’Abbazia di Farfa che allora era legata all’impero germanico.  

Cosa offre Nazzano
Le Tradizioni folcloristiche, l’artigianato, le bellezze naturali e le chiese di pregio artistico ed estetico sono alcuni degli elementi cartteristici della storia del paese.

Luoghi d’interesse

  • Castello: la struttura (XIII secolo), di pianta quadrangolare, è caratterizzata da due imponenti torri in posizione panoramica sulla valle del Tevere. E’ raggiungibile tramite un’unica strada che s’inerpica a spirale attraverso il paese, caratteristica questa che lo rende originale tra i castelli del Lazio. Appartenuto alla confraternita dei monaci di S. Paolo con continuità dal XVI secolo, oggi il castello è della società CESMIL (Centro Studi Medievale Lazio).
  • Chiesa di Sant’Antimo: eretta nel X secolo sui resti di un tempio al dio Silvano, conserva nell’abside gli affreschi attribuiti ad Antoniazzo Romano.
  • Complesso di S. Francesco: convento e Chiesa (XV secolo), immersi in un bosco secolare di lecci e querce, sono di proprietà privata e visitabili solo il giorno di S. Francesco (4 ottobre).
  • Porto di Nazzano: utilizzato un tempo dagli abitanti per il passaggio sull’altro lato del fiume e per il trasporto del grano
  • La Riserva Naturale: Nella Riserva Naturale Regionale Nazzano, Tevere-Farfa è possibile scoprire un ambiente naturalistico di particolare pregio. Sentieri, natura e capanni di osservazione lungo le sponde del Tevere svelano la vita acquatica del Parco; il “Museo del Fiume” e il “Museo della Notte” aiutano a capire l’ecosistema di questo ambiente; le aree attrezzate consentono di passare una giornata a contatto con la natura; i battelli “Airone” e “Martin Pescatore” percorrono il “Sentiero del Fiume”.

 

 

Giorgia M

Autore: Giorgia M

operatore per i beni culturali e catalogatrice libri e opere d'arte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...