Italia da Vivere

World to know and live

(Toscana-Livorno) Sopravvivere fingendo di essere un uomo.

Lascia un commento

Dal 10 Febbraio nelle sale italiane uscirà l’ultima fatica di Rodrigo Garcia, che vede come interprete principale una stupenda, per così dire, Glenn Close. L’attrice infatti, indurita  dal trucco e dal costume, ricopre la parte di Albert Nobbs, un cameriere professionale e competente che nasconde la sua vera identità di donna. Siamo nell’irlanda sel diciottesimo secolo, dove per sperare in un futuro migliore la protagonista di questa vicenda affronta il dolore e la frustrazione di una quotidianità così paradossale. Proprio nel momento di massima difficoltà però Nobbs trova nuova speranza in un amicizia sincera col pittore venuto a rimbiancare gli interni dell’albergo in cui lei lavora. Il lungometraggio è una conferma, semmai ce ne fosse stato bisogno, della bravura spiazzante di Glenn Close, che dopo aver interpretato questo controverso personaggio a teatro nel 1982 è riuscita a portarlo sul grande schermo con l’aiuto del suo amico regista. A parte questo però la pellicola risulta di minore impatto nella seconda parte, dove le vicessitudini del personaggio non convincono del tutto lo spettatore, togliendo al corpo credibilità narrativa. Albert Nobbs resta di fatto un film imperdibile anche per la tematica trattata: l’emancipazione femminile, è tutt’oggi di estrema attualità, in un Italia in cui la media delle donne che può scegliere tra il lavoro e la loro vita familiare è drammaticamente bassa rispetto all’Europa.

Veronica V

Autore: Veronica Vannucci

La mia passione per le persone mi accompagna da sempre, sull'urgenza di approfondire la conoscenza di me stessa e degli altri. Ho intrapreso un percorso formativo e professionale mirato a fare della mia curiosità una competenza vera e propria. Laureata in Scienze Sociali prima e in Gestione delle Risorse umane poi, con una tesi sul Coaching nel Passaggio generazionale delle PMI, ho perfezionato il mio percorso con un master in Coaching, non un punto di arrivo, ma di partenza per me. Per restare appassionata di vita e di lavoro, e in ciò che faccio. Attualmente mi occupo di formazione e selezione aziendale, oltre che ad esercitare la professione di Coach presso il mio studio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...